Torna alla home...
 

contributi

laboratorio

non toxic zone

artisti

news

links
 
Glossario della stampa d'arte



Collabora con noi

Aggiungi Printshow.it ai tuoi preferiti


 
   
 
 
 
 
30.05.2005 Una nuova Collezione di Grafica d'Arte: invito agli artisti incisori Redazione
 

La Biblioteca di Civenna, paese sulle colline del lago di Como, a partire da quest'anno, intende dare avvio ad una serie di iniziative culturali ed artistiche tra le quali la diffusione della Grafica d'Arte con la direzione artistica di Laura Pitscheider. Chiediamo a Pitscheider maggiori informazioni su questo progetto da lei ideato.

Come è nata la volontà di diffondere la conoscenza della Stampa Originale d'Arte?
Siamo un piccolo paese con una tradizionale vocazione turistica, che però si anima solo in estate. Tra i residenti e i villeggianti ci sono persone colte abituate a viaggiare e informarsi. Molti tra questi hanno deciso di avere qui una seconda casa e quindi ci sembrava quasi naturale voler prolungare le manifestazioni estive anche durante l'inverno.Volendo ideare un programma per animare la nostra Biblioteca si sono scartate tutte quelle iniziative ovvie e di puro intrattenimento puntando invece sulla qualità.
Il mio contributo è stato naturalmente "passionale", essendo anch'io un artista-incisore e avendo vissuto tutta la vita nel mondo della carta stampata. Sono sicura che scegliendo la Grafica d'Arte ho scelto un settore d'alto livello e di grande raffinatezza. La Stampa Originale, i libri, le Biblioteche sono legati indissolubilmente e così è stato spontaneo pensare a una Collezione di Grafica contemporanea cui possano partecipare attivamente anche gli artisti.
L'ho chiamata La Biblioteca Fantastica perchè, forse, solo i libri e l'arte ci fanno sognare ed entrare in mondi fantastici. Ho proposto il tema alla Commissione della biblioteca ed è stata accettato.

Il progetto prevede diverse iniziative: con una cadenza trimestrale, tre artisti verranno invitati ad esporre le proprie opere di grafica negli spazi del nuovo Comune di Civenna. In cambio ciascun artista dovrà lasciare in dono una Stampa Originale che andrà a costituire il Fondo della Collezione di Grafica d'Arte della Biblioteca di Civenna. Spiegaci meglio.
Abbiamo tracciato un programma che prevede la mostra di tre artisti con una cadenza trimestrale. Nella realtà cercheremo di essere un pò più flessibili per rendere più dinamica la nostra idea.
Gli artisti che vorranno partecipare dovranno mandare un catalogo, oppure qualche foto (non diapositive) e solo tramite posta non e-mail. Dopo una seria valutazione gli artisti selezionati saranno invitati ad esporre le loro opere (10 o 15 ciascuno) lasciando in cambio una propria stampa originale.
Il tema dell'opera (solo quella che verrà donata) dovrà essere di soggetto Fantastico-Fantasticare-Fantasia, insomma, in linea con La Biblioteca Fantastica e andrà a costitutire la Collezione di Grafica della Biblioteca di Civenna, stiamo stilando le normative prima di scrivere le lettere di conferma agli artisti che verranno invitati.

Saranno ammesse tutte le tecniche?
Sì, saranno ammesse tutte le tecniche, tranne le riproduzioni fotografiche e le tecniche fotomeccaniche (elaborazioni al computer, fotocopie,ecc.) Non ci saranno limiti alle tecniche tradizionali (acquaforte, bulino, xylografia, litografia ecc.ecc.)
Finchè sarò il Direttore Artistico di questa iniziativa terrò molto alla salvaguardia della definizione. Stampa Originale per coerenza con il mio lavoro e per la logica della Collezione: è un impegno personale e spero che, anche chi verrà dopo di me, resti fedele a questa regola. Negli ultimi anni si è fatto una scempio della definizione Stampa d'Arte che è servita a molti per coprire delle vere truffe ai danni del pubblico e degli artisti-incisori viventi.
Agli artisti che parteciperanno verrà richiesta una Certificazione delle loro opere, di cui saranno responsabili in caso di "bugie".

La matrice resterà di proprietà all'artista-autore di ciascuna opera?
Certamente, la matrice resterà di proprietà all'artista-autore, noi chiediamo solo una stampa tra le prime della tiratura, possibilmente una prova d'autore numerata con numeri romani. Dico possibilmente perchè se invece gli artisti vogliono lasciarci un'opera che hanno già eseguita indipendentemente dal nostro invito, di soggetto "fantastico", dovrà essere comunque un esemplare di buona qualità.

In futuro la Collezione utilizzerà le stampe d'arte per la divulgazione a scopi artistici e culturali attraverso mostre-scambio con altri Enti o Fondazioni?
Si, l'impegno della Biblioteca è utilizzare in futuro la Collezione per la divulgazione a scopi artistici e culturali. Faremo in modo di farla "viaggiare" attraverso mostre-scambio con altri Enti, Fondazioni o altre Biblioteche.

Per questa estate sono previsti degli incontri per illustrare l'acquaforte e la stampa d'arte, hai già preparato un calendario o comunque è possibile conoscere quali argomenti verranno trattati e a che tipo di pubblico sono rivolti: amatori, conoscitori, studenti, ecc.
Si, quest' estate, terrò due Conversazioni sulla Grafica d'Arte. Parlerò dell'illustrazione dei libri prima dell'avvento della fotografia, di come le tecniche sono servite in passato per la divulgazione del libro e di come si siano trasformate in arte. Parlerò anche delle tecniche in rilievo, in cavo, in piano, delle carte, degli inchiostri ecc.. La prima conversazione sarà il 23 luglio e la seconda il 3 settembre salvo modifiche indipendenti dalla mia volontà. Ne terrò anche una in dicembre, ma non ho ancora la data.
Prevedo di parlare a un pubblico di neofiti. Forse a qualche studente o a qualcuno che conosce le Stampe d'Arte solo superficialmente. Ho chiesto anche degli incontri, con qualche scolaresca di paesini limitrofi al nostro, durante le mostre degli artisti per parlare di grafica "guardando" i lavori. Lo scopo è avvicinare a qualche "mistero della grafica"affinchè il pubblico riesca ad apprezzare meglio la bravura di certi artisti, quando si troverà davanti alle opere.
Parlare di puntasecca o acquatinta e mostrare loro la parte tecnica è diverso che definire la cosa semplicemente "stampa".

Recentemente hai visitato mostre che ti hanno particolarmente colpito?
Tra le mostre che mi hanno particolarmente colpito c'è stata Incidere ad Arte, Giorgio Upiglio stampatore a Milano1958-2005 avvenuta a Mendrisio (CH) presso l'Accademia di Architettura.
La mostra era allestita molto bene con tutte le foto degli artisti al lavoro che negli anni sono passati dalla Stamperia e con la ricostruzione di piccole stanze dove c'erano opere di particolare pregio. Conosco Giorgio Upiglio da 25 anni e conoscevo il suo vecchio Atelier di via Fara a Milano; un piccolo paradiso nel cuore della città dove arrivavano "in pellegrinaggio" artisti da tutto il mondo.
Artisti che il giorno dell'inaugurazione hanno cercato di essere presenti, insieme a critici come Rossana Bossaglia e Arturo Schwarz e altre personalità. E' stato davvero emozionante perchè gli incisori, di solito sono schivi come "alchimisti" e lavorano in segretezza e vederli uscire allo scoperto è stato davvero un fatto inusuale. A Lugano fino al 19 giugno saranno esposte in due sedi diverse le mostre dedicate agli artisti e alle edizioni d'arte e io tornerò a vederle.

Cosa ti ha spinto a fare l'artista? Quali sono i referenti principali -artistici e non- del tuo lavoro?
Il mio bisnonno era un Maestro d'Arte, nella sua bottega si costruivano mandolini che lui intarsiava con la madreperla. La tradizione artigiana è continuata sino a che due guerre non hanno portato la bottega alla povertà.
La mentalità artistico-artigiana era nell'aria come la Musica, però io ho scelto la prima.
Non ricordo di aver fatto qualcosa di diverso nella vita che non sia disegnare, dipingere, scrivere e cantare. Dopo gli studi artistici, per un certo periodo sono entrata a lavorare nei giornali e ho svolto la professione di giornalista-grafico senza mai smettere di dipingere e incidere.
Poi un giorno ho abbandonato il mondo dell'Editoria e mi sono dedicata completamente all'Arte.
Ho esposto la mia pittura e le mie incisioni in molte personali, in Europa e nel mondo, in luoghi qualificati e prestigiosi, come la Zentral-und-Landesbibliothek di Berlino, il Mart di Rovereto, il Palazzo del Principe Nicola II a San Pietroburgo, l'Istituto Italiano di Cultura di Monaco di Baviera, di Cracovia, di Varsavia, di Lubiana.ecc.
Il mio lavoro è tutto dedicato alla poesia e nel 1998 ho tenuto una personale al Parlamento Europeo di Strasburgo con 23 incisioni all'acquaforte di grande formato dedicate al poeta Yvan Goll che ora sono in un Museo in Francia.
E' difficile parlare di referenti artistici. Sono cresciuta in una Milano dove si respiravano tutte le "correnti" veri "Spifferi d'arte" e ho studiato grafica a Salisburgo dove in quegli anni aveva insegnato Vedova. Inoltre ero molto curiosa e ho cominciato a viaggiare da sola in Medio Oriente, erano gli anni '70 e qui non si sapeva neppure cosa fosse l'Arte Islamica, ma io ne ero affascinata. Credo che tutte queste cose mi abbiano indirizzato verso un'espressione che aboliva la figura e tendeva verso il segno, verso la scrittura. Amavo molto il lavoro di Antoni Tapies, ma anche quello rigoroso di Guido Strazza. A volte torno ad inserire, nelle mie opere, un piccolo accenno di disegno quasi fosse una reminescenza, un frammento di qualcosa che è rimasto nella "rete" della memoria, però sono attratta dal mistero della forma e della materia....cerco e lascio "tracce" ....indizi.

Tornando alla Collezione di Grafica d'Arte della Biblioteca di Civenna gli artisti possono sin da ora inviare il materiale? A quale indirizzo?
Sì, il materiale può essere inviato sin da ora, perchè non essendo un concorso non ci sono limiti di tempo. La manifestazione durerà per alcuni anni, con una cadenza trimestrale, quindi ci sarà il tempo per archiviare e selezionare gli artisti.Ricordo ancora che il materiale dovrà essere solo cartaceo e inviato solo per posta a questo indirizzo:
Laura Pitscheider, Via Prà Grasso n.5 - 22030 Civenna (Co).
Per ulteriori informazioni invito gli artisti a contattarmi per e-mail a questo indirizzo: pitscheider@tiscalinet.it.


Sito dell'artista Laura pitscheider
www.pitscheider.it

Sito del comune per una visita del luogo
www.comune-civenna.it

 
visualizza l'immagine grande
 
 
visualizza l'immagine grande