Torna alla home...
 

contributi

laboratorio

non toxic zone

artisti

news

links
 
Glossario della stampa d'arte



Collabora con noi

Aggiungi Printshow.it ai tuoi preferiti


 
   
 
 
 
 
02.10.2008 Interprint: simposio internazionale sulla stampa d'arte Chiara Giorgetti
 

Si Ŕ svolto a Londra dal 27 agosto al 4 settembre il simposio dedicato alla stampa d'arte Interprint 2008, organizzato dal London College of Communication e dal Camberwell College of Arts, University of Fine Arts of London.

Il progetto Interprint ha come scopo l'incontro di docenti e studenti che si occupano di stampa d'arte provenienti da differenti parti del mondo. In questa edizione sono stati presenti, oltre agli artisti inglesi, docenti e allievi di Accademie e UniversitÓ di Belle Arti del Sud Africa, Finlandia, Stati Uniti, Irlanda, Cuba, Portorico, Polonia, Russia, Germania, Spagna, Olanda e Italia.
Il programma prevedeva seminari, laboratori, letture e incontri tra artisti del settore con lo scopo di fare il punto dell'attuale situazione della stampa d'arte e incisione contemporanea, soffermandosi sulle diverse realtÓ nazionali.

I laboratori dell'universitÓ, grandi e ben organizzati, erano a disposizione con materiali e attrezzature per i seminari previsti. I seminari-laboratorio sono stati tenuti da alcuni dei docenti invitati e dai due professori inglesi organizzatori dell'evento come il laboratorio di serigrafia gestito da Tony Braithwaite e uno dei due seminari dedicati alla rilegatura d'arte tenuto da Terry Buckley. Un altro seminario dedicato alla rilegatura d'arte Ŕ stato invece condotto da Jane Drinkwater. Per quanto riguarda gli altri laboratori era possibile seguire un seminario di 4 giorni sulla collografia con Miguel Angel Lobaina Borges, docente e artista cubano dell'Academia de Artes Plasticas di Santiago de Cuba, oppure uno sul libro d'artista, sotto la guida del professore sud africano Malcom Christian del Caversham Centre for Artists and Writers, e ancora il laboratorio di xilografia con stampa al baren, con Gus Mazzocca professore alla UConn, e tra i fondatori di Interprint. Inoltre i laboratori al Camberwell di litografia, letterpress e stampa sperimentale con Peter Jones della DIT School of Art and Design di Dublino senza dimenticare le artiste Tessa Holmes e Barbara Salvadori che con professionalitÓ e impegno hanno fatto funzionare al meglio l'organizzazione di Interprint.

Da un lato Ŕ stato quindi possibile per gli studenti provare e "provarsi" con diversi metodi di stampa sotto la guida di differenti maestri per realizzare nuovi lavori e una volta terminato il lavoro di laboratorio seguire gli interventi "teorici"di altri docenti sulla situazione nei paesi di provenienza degli intervenuti sulla stampa d'arte.

L'inaugurazione della settimana di Interprint Ŕ stata avviata da una interessante lettura del professor Paul Coldwell e a seguire, nei giorni successivi, letture di Consuelo Gotay per la Escuela de artes plasticas de Puerto Rico, del professore Stanislaw Jakubas dell'Akademi Sztuk Pieknych di Cracovia, di Vulindlela Nyoni del Caversham Centre for Artists and Writers, di Oscar Julio Mesa Menzies per l'Academy of Fine Arts di Cuba e della sottoscritta per l'Accademia di Belle Arti di Brera, Milano.

Gli altri invitati presenti sono stati Kirsi Niinimaki per il Evtek Institute of Art and Design, da Vantaa in Finlandia, Boris Diodorov della Moscow State University of Printing Arts, il tedesco Josef Zentis Kunstverein Alsdorf e lo spagnolo David Arteagoitia per la Fondazione Bilbao Arte.

Il primo progetto Interprint risale al 1998 con il coinvolgimento di docenti e studenti di 5 accademie di belle arti ospitati a Maastricht, in Olanda, presso l'Academie Beeldende Kunsten. Senza una cadenza regolare l'appuntamento si Ŕ poi ripetuto altre volte, in Germania e negli Stati Uniti allargandosi sempre pi¨ ad altri paesi.
Per tradizione al termine di ogni Interprint Ŕ organizzata una mostra con le stampe realizzate nella settimana di incontro e con i lavori di una cartella editata per l'occasione in 60 esemplari contenente i lavori realizzati dagli studenti invitati per ciascuna istituzione.


Altre informazioni:

  • Dublin Institute of Technology
  • UConn
  • Fine Art Digital Environment
  • IPA

  •  
    visualizza l'immagine grande
     
     
    visualizza l'immagine grande
     
     
    visualizza l'immagine grande
     
     
    visualizza l'immagine grande
     
     
    visualizza l'immagine grande
     
     
    visualizza l'immagine grande
     
     
    visualizza l'immagine grande
     
     
    visualizza l'immagine grande