Torna alla home...
 

contributi

laboratorio

non toxic zone

artisti

news

links
 
Glossario della stampa d'arte



Collabora con noi

Aggiungi Printshow.it ai tuoi preferiti


 
   
 
 
 
 
27.01.2006 Powerful Impressions. Stampe d'Arte Alessandra Angelini
 

Si inaugura il 31 gennaio alle ore 18.30 presso la Fondazione Bevilacqua La Masa di Venezia la mostra curata da Alessandra Angelini Powerful Impressions. Potenti Impressioni Stampe d'Arte italiane e americane. La mostra raccoglie i lavori di dodici studenti italiani e dodici americani, provenienti dai corsi di Grafica e Tecniche dell'Incisione dell'Indiana University e dell'Accademia di Belle Arti di Venezia.

Studenti
Noel Anderson, Denise Bookwalter, Shannon Bracy, Ben Bussell, Jordana Canova, Nicola Cavallaro, Aaron Drew, Ruth Droppo, Ilaria Ferrarese, Katia Furlan, Silvia Gironda, AWG, Young Ae-Lee, Frank Leuwer, Lovorka Lukani, Andrew Maxson, Beatrice Niero, Julia Passini, Francesco Pellegrini, Chiara Picotto, Isabela Prado, Michelle Rozic, Brad Wicklund, Pino Zennaro.

La storia
Nel 2005 questi giovani artisti, hanno lavorato al progetto Powerful Impressions - Potenti Impressioni, curato da Alessandra Angelini, dell'Accademia di Belle Arti di Venezia ed Edward Bernstein, della Henry Radford Hope Scholl of Fine Arts, Indiana, entrambi artisti e docenti di Grafica, concretizzatosi, nell'aprile dello stesso anno, presso l'Istituto Italiano di Cultura a Washington, con l'esposizione del lavoro di 18 artisti americani e altrettanti italiani, impegnati ad esprimersi sul tema del "Potere della Stampa" utilizzando proprio i linguaggi della Stampa d'Arte come mezzo di comunicazione del proprio sentire.
A dare forte spessore di ricerca a questo lavoro, è stata inoltre la consapevolezza che l'arte della stampa va certamente oltre la carta, la matrice ripetibile e la cornice. Che essa anzi appare come fondamento e parte integrante dell'arte del XX secolo nelle sue più ampie manifestazioni.

Edward Bernstein, ed Alessandra Angelini, hanno così scelto di accostare artisti già dotati di una forte esperienza a giovani artisti, provenienti dai propri corsi di Grafica d'Arte presso le rispettive Università, nella convinzione che Presente e Futuro della ricerca siano un tutt'uno inscindibile e che la collaborazione tra diverse generazioni sia indispensabile ai fini della continuità dell'arte e della trasmissione delle conoscenze.

La ricerca
Gli studenti, che qui vediamo in mostra, hanno liberamente creato, con modalità tecniche di svariata natura, spesso di loro invenzione, a volte accostando manualità a interventi estrapolati da "mondi" apparentemente distanti tra loro, quali la fotografia e le nuove tecnologie. Ne sono nate opere estremamente differenziate, che toccano svariate tonalità espressive, dalla pura ricerca estetica all'esternazione di messaggi di denuncia politica e sociale. Tutte, comunque, esprimono concretamente le potenzialità che il mezzo della Stampa d'Arte offre in termini di creazione al servizio dell'idea. Potremmo definirlo un mondo variegato di stili che comunque riflettono senza distorsioni il contenuto che ogni artista intendeva esprimere.

Artisti
Alessandra Angelini, Edward Bernstein, Andrea Buffolo, Wendy Calman, Guido Cecere, Deborah Cornell, Gianfranco D'Alonzo, Tom Huck, Jack Damer, Sandro Martini, Sara Montani, Marilee Salvator, Andrew Winship.

Questi interventi compaiono nel catalogo della mostra Powerful Impressions - Istituto Italiano di Cultura a Washington, aprile 2005.

Martina Corgnati (Italia): "Un modo per ripensare il rapporto allievo maestro...quella condizione straordinaria e privilegiata che era propria delle botteghe rinascimentali e degli atelier antichi (ma anche del Bauhaus e di altri consimili, privilegiate istituzioni del novecento): dove produrre arte e sondarne le possibilità tecniche e linguistiche, significava fare cultura, innestare il proprio cuore e il proprio talento direttamente in quel ganglio vitale in cui generazioni diverse si toccano e possono reciprocamente influenzarsi".

David Jones (Stati Uniti): "Gli artisti incisori sono gli alchimisti del mondo dell'arte ... Le immagini da loro prodotte, divengono così il veicolo per sviluppare una personale narrativa; un modo per trasformare linee, punti e inchiostro sulla carta in visioni capaci di trasportare ciascuno di noi in un viaggio proprio viaggio individuale".


Inaugurazione 31 gennaio ore 18.30
1 febbraio > 9 Febbraio 06
Aperto tutti i giorni dalle 12 alle 18. Chiuso il martedì

Fondazione Bevilacqua La Masa
Palazzetto Tito
Dorsoduro 2826, Venezia
T 041 5207797
info@bevilacqualamasa.it
www.bevilacqualamasa.it


 
visualizza l'immagine grande
 
 
visualizza l'immagine grande
 
 
visualizza l'immagine grande
 
 
visualizza l'immagine grande
 
 
visualizza l'immagine grande
 
 
visualizza l'immagine grande
 
 
visualizza l'immagine grande
 
 
visualizza l'immagine grande